Lettera a Draghi e Cingolani: perché diciamo no alla pista da bob

Comunicato del 24 marzo 2021 Lettera aperta a Draghi e a Cingolani “Olimpiadi Milano-Cortina 2026: perché diciamo no a una nuova pista da bob”. Conclusi i Mondiali di sci alpino, l’attenzione si concentra ora sulle prossime Olimpiadi. Tra le strutture da realizzare entro il 2025, una delle più discusse è senza dubbio la nuova pista di bob a Cortina, una scelta che poteva essere...
read more

Mondiali, peggio del previsto. Riflessioni di un ampezzano

Mondali: peggio del previsto, Riflessioni di un ampezzano di Silverio Lacedelli Calato il sipario sui Mondiali di Cortina, evento che ho seguito passo per passo dal momento in cui è stato trionfalmente annunciato come “sostenibile” e a impatto zero, desidero fare alcune riflessioni, alcune di carattere generale, altre su un piano più recente e locale. È nota a tutti la gravità della crisi...
read more

Il paesaggio ferito di Cortina all’epoca dei grandi eventi, Altreconomia dic.020

Si segnala l’inchiesta della rivista Altreconomia a firma di Duccio Facchini, foto di S. Lacedelli – 1 Dicembre 2020 Il paesaggio ferito di Cortina all’epoca dei grandi eventi Gli impatti delle opere per i mondiali di sci alpino del febbraio 2021 e le Olimpiadi 2026 sono evidenti, così come le scarse prospettive dell’industria dello sci, dati i cambiamenti climatici. Ma il “modello...
read more

Cortina 20-09: INSILVA, passeggiata tra arte e scienza

A Cortina domenica 20 settembre 2020 INSILVA PASSEGGIATA TRA ARTE E SCIENZA La trasformazione del paesaggio tra armonia e degrado dalle 8.30 alle 14.30, segue performance artistica (per programma vai al sito) Ritrovo presso lo Chalet della Malga Pezié de Parù, vicino alla strada che da Pocol porta al passo Giau) CAMMINERANNO CON NOI: Cesare Lasen, botanico Paola Favero, forestale Gianni Pavan,...
read more

Cortina: sbancamenti e una colata di cemento, comunicato PAS

Comunicato stampa del 18 giugno 2020 CORTINA: SBANCAMENTI E UNA COLATA DI CEMENTO A Cortina è in atto uno scempio ambientale che lascia sconcertati: ruspe, betoniere e motoseghe in azione dal fondovalle ai ghiaioni di alta quota. Nella montagna ampezzana è arrivata una valanga di soldi che si sta trasformando in una colata di cemento che andrà a intaccare irrimediabilmente un paesaggio unico al...
read more